Compagnia
Lombardi Tiezzi

REPERTORIO Compagnia Lombardi – Tiezzi s.c.a r.l.

REPERTORIO

TIEZZI

Federico Tiezzi

LOMBARDI

Sandro Lombardi

LA COMPAGNIA

Compagnia Lombardi – Tiezzi s.c.a r.l.

CALENDARIO

Compagnia Lombardi – Tiezzi s.c.a r.l.

.::RASSEGNA STAMPA::. La grande passeggiata

L' ombra di Strauss-Khan - Maria Grazia Gregori

L'ombra di Strauss-Kahn Il testo dell'esordiente 
Sinisi diretto con sapienza da Tiezzi Sandro 
Lombardi nella parte di un don Giovanni 
stropicciato e inquietante in una tragedia moderna 
raccontata in versi 

di Maria Grazia Gregori




Che cosa spinge uno degli uomini politici più potenti di Francia, destinato al governo del paese, a essere accusato per violenza sessuale ai danni di una cameriera in un elegante albergo newyorkese? Che cosa suggerisce l'ascesa e la rovina di Dominique Strauss-Kahn, stella del partito socialista francese, direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, amante delle 
macchine di lusso e consumatore compulsivo di sesso a qualsiasi latitudine, una sorta di don 
Giovanni stropicciato dotato di un'intelligenza fuori dalla norma e di un appetito sessuale altrettanto fuori dalla norma? Colpito, come molti del resto, da questo fatto di cronaca dai risvolti 
inquietanti e poco chiari per cui si ventilò perfino la tesi del complotto, un drammaturgo di venticinque anni, Fabrizio Sinisi, gli dedica la sua opera prima La grande passeggiata: un potente 
affresco scritto in versi come una tragedia moderna, dall'approdo inaspettato, pensato non tanto per trovare il grimaldello per entrare nel mistero di un individuo e neppure per raggiungere la 
verità dei fatti quanto piuttosto per interrogare e interrogarsi sulle derive dell'opulenta società occidentale in tempo di crisi, sui contrasti spesso insanabili fra moralità e potere. Ma la storia del 
protagonista del testo di Sinisi, Frédéric Jean-Paul, se sembra correre parallelamente a quella di Strauss-Kahn, se ne distacca decisamente nel suo progredire anche se il motore della vicenda è lo stesso. In una cella, una specie di stanza della tortura, Jean-Paul sta aspettando che si faccia 
chiarezza sull'accusa, sorvegliato da due inquietanti guardie che ci arrivano direttamente da Arancia meccanica di Kubrick. Qui giungono, di volta in volta, la moglie che si interroga sul senso 
del loro matrimonio, l'avvocato, il segretario di partito inquieto per il futuro e già pronto a 
giocarsi la sua partita e la figlia. Qui i destini di tutti si intrecciano a quelli della finanza mondiale e a quelli più segreti di quell'uomo che ne è stato il dominatore e che ci rivela il senso di un comportamento del tutto sconsiderato: il bisogno di un abbraccio, di una comunione totale con un altro essere ricercata con qualsiasi mezzo, anche lo stupro, e mai raggiunta. Con tutto il senso 
di una mancanza, di un'inadeguatezza che è la ferita da cui non si può guarire. E il colpo di pistola finale, sparato fuori scena come in ogni tragedia che si rispetti, se conclude la parabola del politico Jean-Paul non conclude quella dell'uomo, del suo male di vivere. Federico Tiezzi, con una regia allo stesso tempo profonda e di rara misura, situa questo testo inquietante e coinvolgente in una stanza spoglia con poche sedie, qualche tavolo e qualche poltrona, delimitata 
verso il fondo da ampi finestroni-schermi dove si proiettano insieme a un'iconografia da fumetto, i picchi positivi e negativi della borsa, un cielo azzurro, un giardino lussureggiante, presto destinati a essere divorati dall'incendio che metterà fine a ogni cosa. È qui che si consuma, sostenuta da una colonna sonora che va da Schubert a Badalamenti a Kill Everything, la storia di 
Jean-Paul al quale Sandro Lombardi, vestito di bianco, dona una profondità e una verità 
fortissime. Con una bella notizia: La grande passeggiata, spettacolo al quale auguriamo una lunga vita, nasce dalla collaborazione fra la Compagnia Lombardi Tiezzi, il Festival Armunia e il Teatro pubblico pugliese all'interno del Teatro Laboratorio di alta formazione teatrale della 
Toscana, diretto da Tiezzi dove si è formato anche l'autore e dal quale provengono i bravi attori - Marco Brinzi, Andrea Luini, Rosa Sarti, Nicolò Todeschini che affiancano Lombardi.

    •    


Pagina precedente

CONTATTI

Compagnia Lombardi – Tiezzi s.c.a r.l.
Via Domenico Maria Manni, 55
50135 Firenze (FI)
Tel. 055-60.02.18 Fax 055-60.94.50
Cod. Fisc. e P.IVA 03320350485
info@lombarditiezzi.it
On Web snc