Compagnia
Lombardi Tiezzi

REPERTORIO Compagnia Lombardi – Tiezzi s.c.a r.l.

REPERTORIO

TIEZZI

Federico Tiezzi

LOMBARDI

Sandro Lombardi

LA COMPAGNIA

Compagnia Lombardi – Tiezzi s.c.a r.l.

CALENDARIO

Compagnia Lombardi – Tiezzi s.c.a r.l.

.::RASSEGNA STAMPA::. DAGLI APPENNINI ALLE ANDE Quando migravamo noi

Bargello, le finestre sul cortile con vista sull'arte - Fulvio Paloscia

La Repubblica/Firenze, 20 giugno 2017

Cosa può raccontarci ancora Cuore? E’ possibile che l’opera più famosa di Edmondo De Amicis ci parli sempre, pur nel suo antiquato e polveroso fascino, nel suo voler trasmettere al lettore una morale didascalica e demodè, com’era del resto d’uopo in un’Italia ancora ‘da fare’? Con questa domanda, e sulla scommessa di trovare legami tra i piccoli e grandi eroi di De Amicis e noi, si apre stasera l’Estate al Bargello, il cartellone di spettacoli nell’antico palazzo del podestà.
E’ la compagnia Lombardi – Tiezzi a mettere in scena Dagli Appennini alle Ande, protagonista la strana (ma rodatissima) coppia Sandro Lombardi – David Riondino, alle prese con un racconto su una migrazione: quelli degli italiani verso l’Argentina, tragitto compiuto da Marco, il tredicenne che si imbarca da Genova per Buenos Aires alla ricerca della madre, andata a cercare fortuna in Sudamerica. Un’impresa intrisa di quell’eroismo e di quel senso del sacrificio che oggi è incarnato da chi approda sulle nostre coste in fuga dalle guerre, dalla fame, dalla morte. Qui, dunque, sta l’attualità di un libro che non è solo emblema di ‘didattica’, ma è anche ritratto sociale dell’Italia postunitaria: accanto ai due protagonisti, la voce di Francesca Breschi, splendida voce della musica popolare ‘coltivata’ dalla straordinaria Giovanna Marini, insieme alla fisarmonica di Massimo Signorini (repliche fino al 23 giugno, lo spettacolo è a cura di Federico Tiezzi).


Dall'Appennino alle Ande - Simone Siliani

Cultura Commestibile, 24 giugno 2017

I canti dei migranti, le milonghe argentine interpretate da Francesca Breschi, la lettura scenica di Lombardi e Riondino sono il medium attraverso cui questa storia ci sveglia dai nostri sonni quieti ma ignari di persone sicure che il nostro è il migliore dei mondi possibili, che è sempre stato così e così sarà per sempre. “Dagli Appennini alle Ande…quando migravamo noi” si incarica di suonare la campana e di dirci che il mondo è in movimento, da sempre; che gli eroi non sono i signori della finanza che muovono i fili di governi-burattini, o calciatori strapagati che indignati minacciano di lasciare il proprio paese perché costretti a pagare le tasse, oppure i personaggi televisivi che si sottopongono a talkshow sulle isole dei famosi in cui hanno provato l’ebrezza delle privazioni materiali. No, gli eroi di oggi come di un secolo fa sono questi Marco delle tante Genove del mondo, o gli Alì dagli occhi azzurri di Pasolini, “emigranti economici” o per disperazione (che è lo stesso), clandestini in patria come quasi ovunque nel mondo, che scuotono le nostre certezze e che prenderanno in mano il loro destino, cambieranno la loro vita e smuoveranno le terre dell’agio e dell’ingiustizia. Prepariamoci: tutto è in movimento e nessuno può - per fortuna - fermare, bloccare questa onda impetuosa. Prepariamoci tornando a questi classici, leggendoli con occhi e mente aperti sul mondo in movimento di oggi.


Pagina precedente

CONTATTI

Compagnia Lombardi – Tiezzi s.c.a r.l.
Via Domenico Maria Manni, 55
50135 Firenze (FI)
Tel. 055-60.02.18 Fax 055-60.94.50
Cod. Fisc. e P.IVA 03320350485
info@lombarditiezzi.it
On Web snc